Logo del ParcoLogo del Parco
Condividi
Home » Vivere il Parco » Luoghi d'interesse

Ecomuseo delle Erbe Palustri

Villanova di Bagnacavallo, situata lungo l'argine sinistro del fiume Lamone, anticamente faceva parte di un complesso sistema territoriale di corsi d'acqua e zone umide. I primi abitanti di quei luoghi sfruttarono le modeste risorse che l'ambiente offriva loro, avviando la raccolta e la lavorazione di erbe spontanee con le quali realizzare varie tipologie di manufatti. Nel corso degli anni questa originale forma di artigianato si è sviluppata fino a divenire, tra Otto e Novecento, una delle principali imprese economiche della zona.
L'Ecomuseo delle Erbe Palustri conserva memoria di quel saper-fare e di quella stagione produttiva e documenta il contesto ambientale ed economico in cui il paese viveva.
Il percorso museale si snoda tra ricostruzione di ambienti, supporti multimediali e testimonianze della vita e del lavoro di quella comunità.
L'Ecomuseo è parte dei Musei Civici del Comune di Bagnacavallo e la gestione è affidata all'Associazione Culturale Civiltà delle Erbe Palustri.

La collezione dell'Ecomuseo è distribuita su quattro piani con un percorso di visita che comprende:

  • sala didattica con video introduttivo che sintetizza le vicende storiche, ambientali e produttive del territorio;
  • ricostruzione ambientale della "casa laboratorio", cucina e luogo di lavoro dove gli artigiani del "Cantiere aperto", durante le visite guidate, presentano dal vivo le antiche tecniche di lavorazione dell'erba di valle;
  • supporti multimediali e testimonianze del mondo della valle e della comunità villanovese;
  • sala immersiva con proiezione su maxi schermo degli ambienti vallivi più belli del del Parco del Delta del Po;
  • sezioni espositive dei cicli produttivi delle cinque erbe impiegate a Villanova (stiancia, giunco lacustre, carice, canna palustre, giunco pungente), sezione del legno nostrano (salice e pioppo) i cui manufatti costituiscono la raccolta di intrecci più ricca d'Europa;
  • sezione dedicata alle costruzioni in canna palustre e al suo impiego in bioedilizia;
  • "Giocare con niente": raccolta di giochi di una volta costruiti con materiali naturali e di recupero;
  • Etnoparco "Villanova delle Capanne": sezione espositiva all'aperto con ricostruzione delle principali tipologie di capanni romagnoli e orto-giardino dei fiori prestati e degli odori dimenticati.

Servizi

  • Biglietteria: ingresso Euro 2,00
  • Visite guidate e proposte didattiche (su prenotazione)
  • Accessi facilitati per diversamente abili
  • Sala conviviale con cucina per pranzi al sacco, assaggi di prodotti tipici, cucina tradizionale, genuina e di qualità (su prenotazione per scolaresche e comitive)
Comune: Bagnacavallo (RA) | Regione: Emilia-Romagna | Localizza sulla mappa
Ecomuseo delle Erbe Palustri, esterno
Ecomuseo delle Erbe Palustri, esterno
(foto di: Parco del Delta del Po)
 
Ecomuseo delle Erbe Palustri: Etnoparco
Ecomuseo delle Erbe Palustri: Etnoparco
(foto di: Parco del Delta del Po)
 
Laboratorio intreccio erbe palustri
Laboratorio intreccio erbe palustri
(foto di: Parco del Delta del Po)
 
Ecomuseo delle Erbe Palustri: Sezione tifa e giunco lacustre
Ecomuseo delle Erbe Palustri: Sezione tifa e giunco lacustre
(foto di: Parco del Delta del Po)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
© 2021 Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po
C.so Mazzini, 200 - 44022 Comacchio (FE)
Telefono 0533/314003 - FAX 0533/318007
Posta certificata: parcodeltapo@cert.parcodeltapo.it
Pagamenti OnLine PayER
Area riservata - URP - Privacy - Note legali - Elenco siti tematici - Dichiarazione di accessibilità