Italiano Deutsch English

 

Progetto Holistic “Adriatic Holistic Forest Fire Protection” (1°str./0001/0)


Il Programma IPA-Adriatico 2007 2013 si pone l'obiettivo di rafforzare la cooperazione e lo sviluppo sostenibile della regione Adriatica attraverso la realizzazione di iniziative riferite ai tre assi prioritari: 1. cooperazione economica, sociale e istituzionale, 2. risorse naturali e culturali e prevenzione dei rischi e 3. accessibilità e reti. Con la Deliberazione n. 18 del 12/10/2012, è stata deliberata l’adesione dell’Ente Parco al progetto IPA Adriatico HOLISTIC - Adriatic Holistic Wildfire Protection per il bando dei Progetti Strategici sulla Priorità 2 nel tema 4 “Protezione e Prevenzione dei rischi naturali nell’area adriatica e in particolare del rischio incendi e sismici”. Il progetto è stato successivamente approvato dal Comitato di Monitoraggio Congiunto del Programma IPA il 16/10/2013.


Il progetto si pone il raggiungimento di due obiettivi strategici:
a. il rafforzamento delle politiche di lotta e prevenzione degli incendi e dei terremoti, nonché di gestione delle emergenze;
b. il rafforzamento delle strutture operative attraverso lo sviluppo e il rafforzamento delle modalità operative e di funzionamento delle strutture coinvolte, nonché della loro capacità di risposta in caso di eventi calamitosi.


Gli obiettivi specifici sono:
• sviluppare politiche di gestione congiunte per la protezione antincendio, in base a misure di prevenzione, al fine di ridurre al minimo i rischi di incendio;
• promuovere l'uso e l'applicazione di avanzate tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) nella gestione integrata del rischio d'incendio;
• migliorare l'accessibilità e l'utilizzo dei dati spaziali, statici e dinamici, su caratteristiche terrestri, meteorologiche e sociologiche alla base di potenziali pericoli di incendio;
• promuovere la cooperazione internazionale, il trasferimento di conoscenze e la ricerca relativa ai rischi naturali da incendi;
• definire le tecniche comuni di valutazione dei rischi, al fine di stabilire uno strumento permanente per la prevenzione, il controllo e la gestione del rischio e delle emergenze prevedibili, che possono danneggiare il patrimonio naturale e culturale e di edifici pubblici;
• sviluppare politiche transfrontaliere di gestione forestale sostenibile, al fine di ridurre il rischio di incendi boschivi mediante riduzione del carburante e di attivare un processo di ciclo di vita del legno sostenibile;


Il Partenariato del progetto è così composto:
• Split - Dalmatia County (HR)
• Croatian Firefighting Association Association (CFA)(HR)
• Šibenik-Knin County (HR)
• Zadar County (HR)
• Dubrovnik Neretva County (HR)
• Region of Istria(HR)
• Regione Marche –Dipartimento per le Politiche integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile(IT)
• Regione Veneto– Unità di Progetto Protezione Civile (IT)
• Consorzio PuntoEuropa Teramo (IT)
• Regione Molise –Assessorato all'Agricoltura, Foreste e Pesca Produttiva (IT)
• Ente di gestioneper i parchi e la Biodiversita - Delta del Po (ER) (IT)
• Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Protezione civile (IT)
• Municipality of Ajdovščina (SI)
• Region of Ionian Islands (GR)
• Faculty of Forest Sciences, Agricultural University of Tirana (AL)
• Ministry of Interior of the Republic of Serbia (SR)
• Ministry of Economy of West-Herzegovina Canton (BH)
• Herzegovina –Neretva Canton Government (BH)
• MontenegrinAcademy of Sciences and Arts (MASA) (MN)
• Development Agency of Lika-Senj County - LIRA - partner associato (HR)
• Primorje - Gorski kotar County -partner associato (HR)


I risultati attesi del progetto sono:
1. Lo sviluppo di linee guida e di procedure standard per:
- la valorizzazione e attuazione istituzionale della protezione antincendio e di politiche e meccanismi di prevenzione.
- norme legislative e istituzionali per l'attuazione delle politiche di protezione degli edifici pubblici;
- prevenzione incendi e gestione degli interventi, in particolare in caso di incendi transfrontalieri.
2. Indagine di procedure effettivamente applicate, di politiche e di misure per:
- protezione antincendio, prevenzione e previsioni;
- protezione degli edifici pubblici dai terremoti.
3. Sfruttamento dei dati spaziali, statici e dinamici, su caratteristiche terrestri, meteorologiche e sociologiche, per valutare i potenziali pericoli di incendio.
4. Metodi di monitoraggio e valutazione spaziali multi-source del fuoco e dei danni, da integrare con le informazioni per il sostegno al la gestione del territorio.
5. Armonizzazione dei dati e mappe del rischio incendio.
6. Implementazione di soluzioni ICT up- to-date in fase di pre fuoco, di fuoco e di post-incendio.
7. Sviluppo di una rete consolidata di capacità scientifiche e di ricerca con i programmi di studio per la prevenzione degli incendi e la protezione basata su moderne tecnologie.
8. Applicazione del GIS e tecnologie di telerilevamento per la prevenzione dei rischi di incendio.
9. Sviluppo e sperimentazione di un modello di:
- Sistema integrato di allarme precoce di monitoraggio e sorveglianza dei focolai d'incendio;
- Campagna di prevenzione indiretta, diversificate a seconda del tipo di utente;
- Controllo in tempo reale della vulnerabilità sismica e il monitoraggio di edifici strategici.


Durata: Ottobre 2013 - Marzo 2016

Budget totale: € 9.363.801,29 - Budget Parco del Delta del Po: € 544.301,95

Sito internet: www.adriaholistic.eu
 

NEWSLETTER

Per essere continuamente aggiornati sulle attività dell'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po

Iscriviti Cancellati

invia
AREA LEADER

L'Area Leader si estende su un vasto territorio comprendente 19 comuni delle province di Ferrara e Ravenna...

Vedi
MAPPARE IL FUTURO

Il portale scientifico del Parco Delta Po
Conoscere, comprendere e diffondere in "rete" le dinamiche territoriali che si sviluppano in ambiti costieri...

Vedi