Italiano Deutsch English

Le minaccie

    
Il territorio del Delta del Po è caratterizzato dalla compresenza di un’intensa attività antropica (alta densità abitativa nella fascia costiera, attività economiche, zone agricole intensive, strade di grande traffico) e da uno dei maggiori patrimoni faunistici d’Europa, sia dal punto di vista quantitativo che per la varietà e importanza degli habitat e delle specie presenti.
Il Parco è classificato come Zona di Protezione Speciale per l’Avifauna: in esso sono presenti circa 50 specie di importanza comunitaria, delle quali ben 27 si riproducono nelle zone umide del Delta.



Il territorio del Parco del Delta del Po è attraversato da circa 340 chilometri di linee elettriche ad alta e media tensione, di cui 120 (il 35%) sono dislocate in zone critiche perché coincidenti con gli habitat di nidificazione, svernamento, sosta o comunque determinano una interazione con altre funzioni biologiche delle specie, molte di queste di importanza comunitaria.
La presenza delle linee elettriche aree, comporta la frammentazione degli habitat, con forte rischio di collisione per gli animali in volo e di elettrocuzione per gli individui che si posano sui tralicci e rischiano la fulminazione toccando i conduttori con le ali.

 


Alcune ricerche ecologiche condotte a livello continentale hanno evidenziato che almeno il 7% delle specie minacciate subisce perdite significative a causa delle linee elettriche aeree. La collisione è la fonte di morte principale, ben dieci volte superiore al folgoramento. Quest’ultimo, pur non essendo trascurabile, è un evento che si verifica soprattutto su quelle specie (come ad esempio i Falconiformi) che hanno l’abitudine di posarsi in posizioni elevate per la caccia all’aspetto o il riposo.

 


Questo progetto Life, avvalendosi delle esperienze di altri paesi europei e di dati raccolti sul territorio locale ha sviluppato un metodo per la classificazione del rischio in relazione alle tipologie di volo ed alla struttura delle specie, definendo un livello di pericolosità per ogni linea elettrica. Da ciò risulta che gli individui più a rischio di collisione sono le specie migratrici e soprattutto gli individui giovani che soffrono di una minore esperienza di volo e di conoscenza del territorio mentre i veleggiatori, dalla grande apertura alare, sono a rischio di elettrocuzione

NEWSLETTER

Per essere continuamente aggiornati sulle attività dell'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po

Iscriviti Cancellati

invia
AREA LEADER

L'Area Leader si estende su un vasto territorio comprendente 19 comuni delle province di Ferrara e Ravenna...

Vedi
MAPPARE IL FUTURO

Il portale scientifico del Parco Delta Po
Conoscere, comprendere e diffondere in "rete" le dinamiche territoriali che si sviluppano in ambiti costieri...

Vedi