Italiano Deutsch English

Breve storia del Life

 

Dicembre 1999
Enel Distribuzione S.p.A. da incarico al professor Riccardo Santolini di studiare l’impatto ecologico delle linee elettriche aeree nel territorio del Parco del Delta del Po dell’Emilia Romagna.


Settembre 2000
Il Parco accoglie favorevolmente lo studio del Prof. Santolini e propone ad Enel Distribuzione di trasformare lo studio nella base operativa di un nuovo progetto, seguendo la linea di finanziamento comunitaria Life2000.
Nel frattempo Enel e Parco firmano un Protocollo d’Intesa riguardante le modalità con le quali Enel opererà all’interno del Parco. Il Protocollo prevede un insieme di linee-guida per rendere la rete elettrica più compatibile con le esigenze ambientali del territorio del Parco.
Una volta approvato il progetto, Enel e Parco firmano una Convenzione, che stabilisce i rapporti tra i due soggetti nella gestione del progetto. È esplicitato quali azioni sono a carico dell’uno e dell’altro.


2001
L’attività di progettazione ha avuto inizio, per tutte le Azioni facenti parte del Progetto, nel mese di Settembre 2001.
In data 07 settembre 2001 presso la sede della Provincia di Ravenna si è tenuta una “Conferenza dei Servizi” al fine di stabilire le fasi procedurali e autorizzative Ex LR 10/93 degli interventi di bonifica della rete MT, ubicata all’interno del Parco Regionale del Delta del Po. Al termine della Conferenza , si sono assunte, alla unanimità, le seguenti decisioni:
1. per la sostituzione dei conduttori aerei nudi con cavo aereo elicord acquisizione, da parte ENEL, del solo parere preventivo ARPA e comunicazione di inizio lavori alla Provincia e comuni interessati.
2. per la sostituzione di conduttori aerei nudi con cavo interrato, tramite l’attivazione della normale procedura autorizzativa di cui all’art.3 della predetta Legge Regionale.
Per la Provincia di Ferrara è stata adottata la stessa procedura in data 20 settembre 2001.


2003
Le Azioni: C01-C03-C04-C05-C11 si sono concluse con il completamento dei collaudi entro il 30 di giugno 2003.
Per le azioni C09 e C02 è stata terminata la realizzazione dei lavori, mentre rimangono da espletare i controlli sulla buona esecuzione degli interventi.
Le Azioni C07-C12-C18, hanno subito ritardi più o meno pesanti e sono tuttora in corso di realizzazione.
La realizzazione degli interventi compresi nell’Azione C06 è stata sospesa, verrà ultimata una volta definite le esigenze degli utenti dell’area in questione.
Le restanti Azioni sono in corso, per buona parte è stata realizzata la progettazione esecutiva e pubblicato anche l’appalto, solo per alcune, Azione C16 e C23 e C24 l’elaborazione tecnica risulta essere ancora in corso.


2004
Per le Azioni C09 e C13 si sono conclusi i lavori rispettivamente nei mesi di giugno e settembre, con l’effettuazione dei saggi
Gli ultimi lavori legati all’azione C02, costituiti dalla rinnovo del manto di usura delle strade al di sotto delle quali è stato posato il cavo, sono stati realizzati nel mese di agosto 2004.
La realizzazione degli interventi compresi nell’Azione C06 è stata solo appaltata nel giugno 2004 a causa dei problemi di definizione delle esigenze degli utenti dell’area in questione. In settembre sono conclusi i lavori.
L’Azione C07 è conclusa, sia per quanto riguarda l’interramento, che per la demolizione della vecchia linea in conduttori nudi con il recupero di un traliccio (luglio 2004).
L’Azione C18 ha subito ritardi più o meno pesanti e alla fine dell’anno è ancora in corso di realizzazione.
L’Azione C14 si è conclusa nel mese di gennaio 2004.
La realizzazione della parte in cavo aereo dell’Azione C15 è terminata a giugno del 2004, mentre l’appalto della parte dei lavori in cavo interrato è stato effettuato alla fine del giugno 2004.
Per l’Azione C16 è in corso di organizzazione la gara d’appalto.
I lavori per la parte in media tensione dell’Azione C17 si sono conclusi nell’ottobre 2004, quelli relativi alla posa di spirali di segnalazione sulla linea ad Alta tensione sono terminati nel dicembre 2004.
Per l’Azione C20 Enel ha provveduto all’elaborazione di un progetto di massima per la realizzazione dei posatoi ed all’individuazione dei pali dimessi che potrebbero essere utili per il posizionamento.
L’Azione C21 ha già visto la conclusione dell’iter autorizzativo ed è stata appaltata.
L’Azione C22 ha subito una revisione dovuta alle prescrizioni fornite dagli Enti competenti durante la fase autorizzativa ed è stata appaltata.
Per l’Azione C23 è già stato stabilito il progetto definitivo, ma l’attuazione ha subito un ritardo a causa degli eventi meteo-climatici eccezionali verificatisi nel mese di febbraio 2004 nel territorio della Provincia di Ferrara.
Per l’Azione C25 la richiesta per l’ottenimento del provvedimento Provinciale per la costruzione e l’esercizio della parte dell’impianto relativa alla sola posa del cavo elicord si è conclusa positivamente. La procedura di autorizzazioni per gli interventi di interramento sono tuttora in corso; anche in questo caso si rileva un ritardo dovuto agli eventi metereologici eccezionali del febbraio 2004.
Per l’Azione C26 è stata completata la progettazione degli interventi che consistono nell’interramento di linee aeree in conduttori nudi. Sono state espletate le pratiche autorizzative con esito positivo.


2005
La Commissione Europea ha accordato una proroga per la prosecuzione del progetto fino al 31/12/2006.
Il provvedimento risponde a ritardi dovuti alla complessità del territorio. Tali complessità sono state prima di tutto amministrative (grande numero e varietà di enti pubblici locali e proprietà private che dovevano essere coordinate per attuare le azioni sul campo) ma anche di natura più strettamente casuale. Prima fra tutte il grave blackout del febbraio 2004 (causato dalla caduta di diversi tralicci dell’alta tensione nei pressi di Codigoro) che ha impegnato Enel per diverso tempo.

La nuova versione del progetto prevede che le Azioni C di gestione saltuaria verranno concluse entro il 28 febbraio 2006, mentre le attività previste dall’azione F03 per il monitoraggio ex post potranno proseguire fino alla fine dell’anno, in maniera da poter valutare gli effetti apportati sulle condizioni di vita dell’avifauna ad interventi eseguiti.

L’Azione C07 si è conclusa per quanto riguarda l’interramento, la demolizione della vecchia linea in conduttori nudi ed il recupero di tutti i tralicci nell’aprile del 2005.
Per quanto riguarda l’Azione C18 rimangono da collocare le tubazioni in ferro, per la successiva posa dei cavi a media tensione, sulle strutture dei ponti lungo la strada provinciale Cardinala.
Dell’Azione C15 manca la demolizione della linea aerea dimessa in base alle prescrizioni fornite dal Parco.
Per l’Azione C16 I lavori di posa del cavo interrato sono iniziati a febbraio del mese 2005 e terminati alla metà del mese di maggio 2005. I lavori di posa del cavo aereo Elicord sono iniziati a febbraio 2005 e sono stati ultimati, come previsto da nuovo formulario, entro il mese di giugno del 2005.

Riguardo l’azione C17, la parte in cavo interrato è stata parzialmente eseguita nel mese di febbraio ma poi sospesa per rispettare le prescrizioni fornite dal Comitato Tecnico Scientifico del progetto che ha imposto la sospensione durante il periodo di nidificazione dell’avifauna.
Per l’Azione C20 Enel ha provveduto all’elaborazione di un progetto di massima per la realizzazione dei posatoi ed all’individuazione dei pali dimessi che potrebbero essere utili per il posizionamento proposta già valutata e perfezionata in ambito di Comitato Tecnico Scientifico.
Per l’Azione C21 I lavori sono iniziati a gennaio del 2005 e terminati per quanto attiene la messa in servizio del nuovo impianto a maggio del 2005.
I lavori per l’Azione C22 sono iniziati a settembre 2004 e si sono conclusi nel giugno 2005.
Per l’Azione C23 è stato elaborato il progetto con variante tipologica di intervento (cavo interrato al posto di cavo aereo Elicord) lavori sono iniziati nel mese di luglio 2005
Per l’Azione C24 i lavori sono iniziati nel settembre 2005 e verranno terminati, come da formulario, nel febbraio 2006
Per l’Azione C25 I lavori di posa sono iniziati a febbraio 2005 relativamente alla posa dei cavi sotterranei, che è stata anticipata, ma l’impianto non è ancora in servizio perché legato alla ricostruzione della parte in cavo aereo. Il termine dei lavori è previsto entro dicembre 2005 .
Per l’Azione C26 L’inizio lavori è avvenuto nel mese di febbraio 2005, è stato posata la parte in cavo sotterraneo per un totale di 3,600 km;sono state incontrate difficoltà per la natura dei terreni attraversati ciò ha comportato diversi interventi di perforazione, i lavori sono quindi ancora in corso e termineranno come da nuovo formulario.
 

NEWSLETTER

Per essere continuamente aggiornati sulle attività dell'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po

Iscriviti Cancellati

invia
AREA LEADER

L'Area Leader si estende su un vasto territorio comprendente 19 comuni delle province di Ferrara e Ravenna...

Vedi
MAPPARE IL FUTURO

Il portale scientifico del Parco Delta Po
Conoscere, comprendere e diffondere in "rete" le dinamiche territoriali che si sviluppano in ambiti costieri...

Vedi