Italiano Deutsch English

I precedenti interventi

Si riportano di seguito alcuni degli interventi di conservazione attuati in Valle Santa e Valle Campotto:

  1. Progetto LIFE (riferito a Valle Campotto) contratto N. B4-3200-94/77. Nel corso del progetto sono state attuate le seguenti azioni di conservazione:

    • ripristino della corretta circolazione delle acque in Cassa Campotto attraverso opportuni dragaggi di canali sub-lagunari,
    • ripristino delle arginature del Canale Ghinghero e loro rinaturalizzazione attraverso l’impianto di arbusti (di specie idonee) e riqualificazione della vegetazione preesistente,
    • rinaturalizzazione dell'arginello di contenimento di parte del materiale dragato sito nel tratto terminale del Canale Ghinghero in sinistra idraulica,
    • rinaturalizzazione dell'area tra l'argine sinistro del Canale Ghinghero e l'area del Bosco del Traversante ove è stato collocato l'ulteriore parte del materiale dragato.

    Gli interventi di rinaturalizzazione sono stati seguiti da interventi colturali mirati per quattro anni e poi il bosco costituito è stato lasciato all'evoluzione naturale. Inoltre, in seguito a questi interventi di rinaturalizzazione, si sono affermate, nelle aree vocate, fasce di canneto misto con la presenza di Phragmites australis e Typha latifolia. I costi degli interventi di manutenzione successivi alle rinaturalizzazioni effettuate con il precedente progetto Life sono stati sostenuti direttamente dal Consorzio del Parco, dal Consorzio della Bonifica Renana e dal Comune di Argenta. Inoltre, sempre nel corso del precedente Life B4-3200-94778, sono state attuate le seguenti azioni:

    • riequilibrio delle comunità ittiche mediante pesca di contenimento delle popolazioni di Carassius carassius e Silurus glanis,
    • controllo della popolazioni di Myocastor coypus mediante trappolaggio ed abbattimento degli esemplari,
    • il monitoraggio delle caratteristiche chimico-fisiche dell'acqua, della composizione e dello stato dell'ittiofauna e della struttura della popolazione di nutrie al fine di verificare l'efficacia degli interventi idraulici e di quelli relativi alla fauna.

    Gli interventi di controllo sulle popolazioni ittiche e di Myocastor coypus sono continuati anche dopo il termine del precedente progetto Life ed i relativi costi sono stati sostenuti direttamente dal Consorzio del Parco, dal Consorzio della Bonifica Renana e dal Comune di Argenta.

  2. Ecofisiologia dei passeriformi migratori di canneto: Istituto Zoologia di Parma e Max Planck Inst. Di Radolfzell; Finanziamento U.E.
  3. Acroproject (ecologia e fenologia della migrazione negli Acrocefalini): Coordinatore Euring - Finanziamento partners Europeri
  4. Corsi per inanellatori 1985-1996: INFS - Finanziamento INFS in collaborazione con il Consorzio della Bonifica Renana e CISO
  5. Tesi di Laurea e Dottorato di Ricerca (es. Ecoetologia dello svernamento della Nitticora, analisi della popolazione di Cormorano, ecc.)

Sono stati inoltre effettuati restauri vegetazionali sul bosco igrofilo del Traversante e dragaggi di alcuni canali sub-lagunari negli anni 70-80. Sono stati realizzati inoltre dal 1996 ad oggi circa 100 Ha di prati umidi sottraendoli per venti anni alla normale attività agricola attraverso l’applicazione del Regolamento CEE 2078/92. Anche nelle superfici attualmente coltivate, circa 130 ettari, viene applicata la misura A1, agricoltura integrata, del Reg. CEE 2078/92.

NEWSLETTER

Per essere continuamente aggiornati sulle attività dell'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po

Iscriviti Cancellati

invia
AREA LEADER

L'Area Leader si estende su un vasto territorio comprendente 19 comuni delle province di Ferrara e Ravenna...

Vedi
MAPPARE IL FUTURO

Il portale scientifico del Parco Delta Po
Conoscere, comprendere e diffondere in "rete" le dinamiche territoriali che si sviluppano in ambiti costieri...

Vedi