Logo del ParcoLogo del Parco
Condividi
Home » Vivere il Parco » News e comunicati

Life Perdix

Newsletter n. 2

( Parco Delta Po, 14 Maggio 20 )

Il Progetto LIFE Perdix mira al recupero e alla conservazione della Starna italica (Perdix perdix italica), dichiarata estinta in natura. Le principali azioni del progetto sono: l'analisi genetica, l'allevamento in cattività e la reintroduzione di popolazioni vitali all'interno del sito Natura 2000 Valli del Mezzano, Zona di Protezione Speciale (ZPS IT4060008) nel Delta del Po.

Il primo uovo del 2020!
Complici le miti temperature dello scorso inverno, la deposizione quest'anno si annunciava molto precoce ed infatti la coppia di starne 292 per prima ci ha donato questa sorpresa. In questo momento così difficile non solo per l'Italia, ma per tutto il mondo, vogliamo considerare questo primo uovo di buon auspicio per uscire al più presto da questa pandemia. 

Comportamento innato nella starna italica
Il "comportamento innato" è quell'insieme di azioni che avvengono senza un insegnamento, diretto o indiretto. Tale comportamento – detto anche "istintivo" – è controllato da fattori genetici ed è tipico della specie. 

Il ceppo di starna italica del nostro progetto #LIFEPerdix deriva da catture in Appennino effettuate non più di 70 anni fa, ed è quindi ancora molto rustico. Già nei piccoli, anche in allevamento, possiamo notare non solo l'istinto allo scratching (razzolare il terreno in cerca di cibo), ma anche la loro naturale diffidenza sia nei confronti dell'uomo che dei potenziali predatori (con i maschi adulti in alert).

Questi comportamenti innati verranno potenziati attraverso test di selezione dei riproduttori e appositi "stimoli" visivi ed acustici sui giovani destinati ad essere reintrodotti nella Valle del Mezzano. Infatti, … strategie anti-predatorie specifiche possono essere modulate dall'esperienza e dall'apprendimento (Caro, 2005).

Progetto LIFE Perdix: discussa la prima tesi di laurea
È con piacere ed orgoglio che annunciamo che il 6 dicembre 2019, presso la Scuola di medicina veterinaria dell'Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, è stata discussa la prima tesi nell'ambito del progetto LIFE Perdix.

La neo Dottoressa Sofia Calistri ha ottenuto il massimo dei voti cum laude nel Corso di laurea magistrale in Biotecnologie animali presentando una tesi di Biologia Molecolare Applicata dal titolo quanto mai esemplificativo: "Caratterizzazione genetica di ceppi storici di starna (Perdix perdix) ai fini della reintroduzione nell'ambito del progetto LIFE PERDIX".

L'obiettivo della tesi è stato quello di effettuare la caratterizzazione genetica di esemplari di Perdix perdix per valutarne l'adeguatezza come potenziali riproduttori per la reintroduzione in natura. Lo studio si è occupato della messa a punto di protocolli per l'analisi del DNA mitocondriale nel confronto tra aplotipi identificati all'interno di allevamenti con aplotipi storici provenienti da campioni museali, oltre all'analisi di un pannello di loci microsatellite per valutare la variabilità genetica tra individui allevati e selvatici di origine italiana ed estera. Infine, l'ultimo obiettivo ha riguardato la determinazione del livello di inbreeding (consanguineità) tra i soggetti allevati.

La Dott.ssa Calistri, alla quale vanno le nostre più sentite felicitazioni, ha svolto complessivamente 550 ore di tirocinio presso i laboratori dell'Area di genetica della conservazione della sede di Ozzano dell'Emilia (Bologna) dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), raggiungendo questo importante traguardo che dà al nostro progetto una grande visibilità.

 

Life Perdix
Life Perdix
 
Life Perdix
Life Perdix
 
© 2020 Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po
C.so Mazzini, 200 - 44022 Comacchio (FE)
Telefono 0533/314003 - FAX 0533/318007
Posta certificata: parcodeltapo@cert.parcodeltapo.it
Area riservata - URP - Privacy - Note legali - Elenco siti tematici