Logo del ParcoLogo del Parco
Condividi
Home » Natura e territorio » La Flora

Specie spontanee

La flora spontanea è oggetto di conservazione in tutto il territorio del Parco.
Le piante non possono essere raccolte o danneggiate in nessun sito naturale del parco, sia esso valle, palude, pineta, duna. Deroga a questo divieto il permesso regolamentato di raccolta di alcuni prodotti del sottobosco.
Quarantuno specie, tuttavia, sono particolarmente protette dalla norma di cui all'art. 4 della L.R. 2/77; tra queste specie sono degne di particolare rilievo: Cisto rosso, Elleborine palustre, Campanelle maggiori, Ninfea bianca, Alaterno, varie specie di Limonio e Orchidee. Due specie sono protette dalla Direttiva 92/43/CEE, allegato II, si tratta di Salicornia veneta e Ibisco litorale.

Tra le specie di flora spontanea, fanno parte la Famiglia delle Orchidee, a cui appartiene il maggior numero di specie protette dalla L.R. n. 2/77, con ben 32 specie. Tra esse troviamo quelle specie legate agli ambienti umidi palustri e prativi: Elleborine palustre, Orchidea acquatica, Orchidea palustre.
Altre specie vivono nei boschi, come le Cefalantera maggiore e Ballerina, oppure nei prati e sugli argini, come Orchidea screziata, giglio caprino, Ofride a fior d'api.

Phragmites
Phragmites
(foto di: Archivio Parco Delta del Po Emilia-Romagna)
© 2020 Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po
C.so Mazzini, 200 - 44022 Comacchio (FE)
Telefono 0533/314003 - FAX 0533/318007
Posta certificata: parcodeltapo@cert.parcodeltapo.it
Area riservata - URP - Privacy - Note legali - Elenco siti tematici