Logo del ParcoLogo del Parco
Condividi
Home » Natura e territorio

La Flora

La flora del Delta del Po è un patrimonio di associazioni vegetali caratterizzate da un'elevata ricchezza di specie, dovuta alla grande diversità di ambienti presenti nel Parco: dalle scarne praterie di salicornia, ai rigogliosi boschi di farnie, frassini e ontani, alle ammophile che colonizzano le sabbie delle dune costiere, ai canneti che ancora caratterizzano ampi tratti del paesaggio. Tra le comunità vegetazionali più diffuse troviamo le alofite, piante che crescono su diffuse superfici perennemente o stagionalmente inondate di acqua salata. In particolare, in quelle d'acqua dolce, vivono molte specie acquatiche chiamate idrofite, con radici sommerse, ancorate al fondo o natanti, e foglie sommerse o appena emergenti, tra cui il Morso di rana, il Poligono anfibio, specie di Brasca e Ranuncolo, la ninfea bianca. Accanto a queste troviamo specie elofite, caratterizzate da radici sommerse e fusti e foglie emergenti come le più comuni Canna di palude e Tifa a foglie larghe, oltre alle più localizzate Mestolaccia minore, Coltellaccio maggiore e Erba saetta.

Troviamo anche un gran numero di specie degli ambienti forestali, alberi, arbusti ed erbe del sottobosco e delle radure, presenti nei boschi igrofili, mesofili e xerofili.

Ad oggi non esiste un censimento esaustivo delle specie vegetali presenti nel Parco regionale del Delta del Po. Tuttavia, sulla base dei dati raccolti negli anni dai diversi Autori per singole zone, è certa la presenza di almeno 970 specie ed è possibile effettuare una stima che fornisce l'ordine di grandezza della diversità specifica presente con un numero stimabile compreso tra circa 1.000 - 1.100 specie presenti. Fra queste ricordiamo alcune particolarmente rare o interessanti da un punto di vista fitogeografico come l'ibisco litorale (Kosteletzkya pentacarpos), il fiordaliso di Tommasini (Centaurea tommasinii), lo sparto delle barene (Spartina maritima), la granata hirsuta (Spirobassia hirsuta), il cisto femmina (Cistus salviifolius), la piantaggine di Cornut (Plantago cornuti) il giuncastrello marino (Triglochin maritima) e l'apocino veneziano (Trachomitum venetum).

© 2020 Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po
C.so Mazzini, 200 - 44022 Comacchio (FE)
Telefono 0533/314003 - FAX 0533/318007
Posta certificata: parcodeltapo@cert.parcodeltapo.it
Area riservata - URP - Privacy - Note legali - Elenco siti tematici