Logo del ParcoLogo del Parco
Condividi
Home » Natura e territorio » La Fauna

Mammiferi

Il Delta del Po ospita 42 specie di mammiferi. Oltre ad alcune specie di notevole pregio conservazionistico come Istrice e Puzzola, sono presenti numerose specie di rari Chirotteri forestali quali il Vespertilio di Bechstein, la Nottola gigante ed il Barbastello. Altri mammiferi tipici delle zone umide sono il topolino delle risaie, che fa un nido sferico di steli tra le canne, l'arvicola d'acqua e il toporagno d'acqua.

Nel Bosco della Mesola e nelle aree boscate limitrofe si possono facilmente osservare i daini, probabilmente importati dagli Estensi perché facili da cacciare; la loro presenza ha causato seri problemi di competizione al cervo della Mesola. Il Cervus elaphus della Riserva Naturale del Bosco della Mesola è l'unica popolazione autoctona dell'Italia peninsulare e (FE) rappresentando un'entità faunistica di estrema rilevanza dal punto di vista zoogeografico, ecologico, conservazionistico e storico. Hanno dimensioni corporee modeste, scarso dimorfismo sessuale e palchi semplificati, caratteristiche tipiche di popolazioni adattate ad ambienti poco produttivi. Possiedono inoltre un genotipo mitocondriale unico, con una sequenza significativamente diversa da quelle di altre popolazioni di cervo rosso.

Recentemente si segnala la ricomparsa dello Scoiatolo nelle pinete dell'area romagnola del parco. Nel 2019 è stata documentata, attraverso rilevazione con foto-trappola la presenza di un esemplare di lupo Canis lupus, nelle pinete a ridosso delle spiagge ravennati.

Cervi della Mesola
Cervi della Mesola
(foto di: Mattia Lanzoni)
© 2020 Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po
C.so Mazzini, 200 - 44022 Comacchio (FE)
Telefono 0533/314003 - FAX 0533/318007
Posta certificata: parcodeltapo@cert.parcodeltapo.it
Area riservata - URP - Privacy - Note legali - Elenco siti tematici